Notizie da Maglie

Droga sul terrazzo e nel ristorante cocaina e datteri. In tre nei guai

Un 25enne di Muro Leccese ai domiciliari: custodiva oltre 2 etti di "maria", piante e occorrente per lo spaccio. Padre e figlio di Giuggianello sono stati deferiti: nella trattoria nascondevano droga e frutti di mare proibiti

Il materiale rinvenuto a Muro Leccese dai carabinieri

MURO LECCESE - Sul terrazzo della sua casa, a Muro Leccese, aveva nascosto , 207,5 grammi di marijuana, contenuti in otto involucri di peso variabile, una pianta di Cannabis indica alta circa un metro e venti centimetri, sette radici della stessa pianta. E non è tutto. Anche 26 fusti, di varie dimensioni, di uguale tipologia, un bilancino elettronico e materiale per il confezionamento delle dosi di stupefacenti.

Fabio Lionetto, classe 1987, residente a Muro Leccese e già noto alle forze dell'ordine del giorno, è finito ai domiciliari nella notte, nel corso di alcuni controlli, eseguiti dai carabinieri del posto,  dai colleghi del Nucleo cinofili di Modugno.

Dopo aver notato strani movimenti nei pressi della sua abitazione, è stato deciso di effettuare una perquisizione domiciliare durante la quale, il cane Chan, ha rinvenuto tutto il materiale illegale, poi sottoposto a sequestro.

Nel corso dello stesso servizio, è stata effettuata un'ulteriore ispezione antidroga presso un noto ristorante di Giuggianello, gestito da R.C., 54enne noto alle forze dell'ordine.

Il controllo, sempre con l’aiuto del cucciolo, ha permesso di rintracciare 7 grammi di cocaina, suddivisa in altrettante dosi, e due rotoli di nastro isolante. Il pm di turno ha disposto la denuncia in stato di libertà nei confronti del E.C. figlio del 54enne, al momento presente, e che si è assunto la paternità della sostanza rinvenuta. Inoltre nei confronti del locale, d’intesa con personale dell’Asl, i militari hanno anche proceduto con una verifica igienico-sanitaria, viste le gravi condizione ed infrazioni di natura penale e amministrativa riscontrate già nella notte, quando erano stati sequestrati due chilogrammi di datteri di mare. Una scoperta per la quale anche l'altro famigliare è finito nei guai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento