Maglie Today

Allagamenti e strade sprofondate, il Salento sferzato dal maltempo

A Maglie 112 millimetri di pioggia, un'intera strada è sprofondata intrappolando diverse autovetture in sosta. Danni anche in altri comuni dell'hinterland. In alcuni scantinati l'acqua ha raggiunto i 2 metri e mezzo d'altezza

Foto per gentile concessione di Maglie Eventi.

 

MAGLIE – Il maltempo ha spazzato via gli ultimi scampoli di una torrida estate e, nella notte, ha provocato danni in buona parte del Salento, mettendo a dura prova vigili del fuoco, sezioni di protezione civile e comandi di polizia municipale. Le precipitazioni si sono accanite soprattutto sul leccese centrale. Secondo stime del portale di meteorologia Supermeteo.com, sono caduti ben 105 millimetri di pioggia a Caprarica e 112 a Maglie.

Proprio in quest’ultimo centro, una strada sulla quale, di recente, si sono svolti lavori su condotti e per l’interramento di cavi telefonici, ha subito un cedimento per un lungo tratto. Lo sprofondamento dovuto al peso dell’acqua ha creato una sorta di gradino d’asfalto alto circa 20 centimetri, per una lunghezza di oltre una ventina di metri. Si tratta di via Paisiello, dove sette autovetture parcheggiate sono rimate bloccate sul terreno scosceso.

Per fare il punto della situazione sono intervenuti i tecnici del Comune e quelli dei vigili del fuoco. Ma se in via Paisiello l’asfalto è crollato, in altri punti della città, come via 24 Luglio, via Veneto, via Otranto, via Oronzo Vincenti, i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per scantinati di abitazioni e negozi allagati. Diverse le attività commerciali costrette a rimanere chiuse.

I problemi, in realtà, sono stati ben più vasti ed hanno riguardato molti comuni dell’hinterland magliese e della Grecìa Salentina. Un’altra strada ha avuto un cedimento a Scorrano, dov’è crollato anche un muretto a secco. Particolarmente colpite anche Corigliano d’Otranto, Carpignano Salentino, Cursi e Melpignano. Anche in questo caso, abitazioni e garage allagati. In alcuni scantinati, l’acqua ha sfiorato anche i due metri e mezzo d’altezza.

A Lecce, invece, in piazzale Cuneo, nella zona 167, i residenti di una palazzina hanno chiamato polizia municipale e vigili del fuoco per l’allagamento di diversi appartamenti a causa delle infiltrazioni dai piani alti. Altre situazioni di disagio si sono avute nel Capo di Leuca, nel gallipolino e nella zona di Nardò.

Un esperto di meteorologia, Francesco Marasco, collaboratore del già citati Supermeteo.com e coordinatore tematico dell'area pugliese per l'Onlus MeteoNetwork, spiega che l’ondata di maltempo “proseguirà a fasi alterne almeno fino alla prima parte di domenica”. Dunque, “mancheranno occasioni per nuove piogge accompagnate anche da rovesci temporaleschi localmente intensi”. Nelle prossime ore della giornata di oggi, comunque, dovrebbe verificarsi un “parziale e temporaneo miglioramento”.