Notizie da Maglie

Apre nuovo comando stazione dei forestali, già al lavoro sul territorio

Gli agenti magliesi hanno scoperto una discarica non autorizzata. E quelli gallipolini hanno denunciato un pescatore

Il vice ispettore Vantaggiato.

MAGLIE – La forestale si rinforza nel Salento. In questi giorni ha aperto i battenti il comando stazione di Maglie che si va ad aggiungere ai quattro già dipendenti dal comando provinciale del Corpo forestale di Lecce.

L’ufficio si trova in via Martiri d’Otranto, civico, 21 ed è comandato dal vice ispettore Giuseppe Vantaggiato. Ha quattro uomini impegnati nella tutela dell’ambiente nei 26 comuni su cui ha giurisdizione: oltre Maglie, dunque, anche Bagnolo del Salento, Botrugno, Castrignano de’ Greci, Castro, Corigliano d’Otranto, Cursi, Diso, Giuggianello, Martano, Martignano, Melpignano, Muro Leccese, Nociglia, Palmariggi, Poggiardo, Ortelle, San Cassiano, Sanarica, Scorrano, Soleto, Spongano, Sternatia, Supersano, Surano e Zollino.

I forestali magliesi si sono già messi al lavoro e, tra le varie attività di controllo del territorio svolte, spicca l’accertamento della realizzazione di una discarica non autorizzata all’interno di parte di un terreno agricolo. Questo era censito come seminativo, in prossimità di un piccolo bosco in località Casino Ribella, nei pressi di Scorrano.

Pesce-sequestrato-da-c.s.-Gallipoli2-2Controlli mirati al rispetto della normativa ambientale sono stati effettuati anche dai forestali di Gallipoli. In particolare, hanno sorpreso un uomo, in località “Paduli-Bacino di Rottacapozza”, nella zona del Parco naturale regionale “Litorale di Ugento”, mentre collocava all’interno della sua auto una vasca contenente una decina di cefali appena pescati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciato l’uomo, un 50enne di Ugento, per aver introdotto nel Parco mezzi vietati (vale a dire, una rete da pesca) per la cattura di fauna ittica. Rete e pescato sono finiti sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento