Notizie da Maglie

Betitaly Maglie travolge la seconda della classe Giò Volley Aprilia

Finisce 3-0 per le salentine, artefici di una gara perfetta. La gara, un monologo del Maglie

Non si scherza più. Contro la seconda della classe serviva una gara perfetta. E la Betitaly degli ultimi tempi ha abituato il suo pubblico ad imprese straordinarie.

Si parte subito forte. Molto forte. Colpo su colpo è un spot per il volley. Ma le ospiti allungano pericolosamente sul 19-16. Il carattere delle farfalle, però, non perde concretezza e si arriva al time out del 22-24. La risposta dopo la romanzina di Giandomenico è immediata: Guidozzi erge una muraglie e Liguori fa quadrare i conti con stile. 24-24 e nuovo vigore per le rossoblù. Il finale è quindi un capolavoro e ancora Liguori allunga per il sorpasso sul 26-25.

Aprilia trema e compie l’errore che lascia il set in mani magliesi. Nel ritorno in campo la determinazione delle salentine è sconvolgente e in pochi minuti si è già sull’ 8-3. Le romane sembrano confuse e si infrangono spesso contro i muri della Betitaly. Liguori e Nasari, così, fanno la differenza. Time out per le ospiti. Non serve a niente. La gara è un monologo del Maglie che con l’ennesimo muro, questa volta della Guidozzi, volta pagina al set sul 12-4. E’ semplicemente il racconto dei titoli di coda: Catalano sembra indiavolata e si sdoppia per prendere l’impossibile, Kostadinova non molla mai la presa e Nasari è la solita rivoltella sotto rete. Murri, infine, si regala fraseggi con la Corna che strappano applausi.

Il parziale è da brivido e ci si domanda chi è la seconda in classifica. Il 25-12 è, infatti, una dimostrazione di potenza e carattere che appartiene alle grandi squadre. Con gli occhi gonfi dopo i primi due set le laziali provano a dare una dimostrazione di orgoglio nel terzo gioco e si accomodano sull‘ 8-5. E cercano di intimorire le padrone di casa. Il Maglie, però, ha il temperamento dei combattenti e risale la china con la solita prepotenza a muro.

Nasari e Kostadinova, poi, picchiano come se non ci fosse un domani. Nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma. Il punteggio, infatti,  ritorna a favore delle magliesi sul 16-13. La formazione di Aprilia, così, scivola nuovamente e si arrampica sugli specchi per ritrovare fiducia. E rosicchia punti fino al 22-19. Il coach Giandomenico striglia in panca e gli ingranaggi girano alla perfezione: Corna pennella, Murri approfitta delle disattenzioni laziali e Kostadinova fionda la solita violenza in banda. Il finale è scontato: 25-21 e il capolavoro è compiuto. La Betitaly Volley Maglie non ha più limiti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento